DIES IRAE

Un altro giorno, un’altra tragedia, misteriosa, impensabile ed inimmaginabile, avvolta nel silenzio e nel dolore. È successo ancora.

«Dies irae, dies illa, dies tribulationis et angustiae, dies calamitatis et miseriae, dies tenebrarum et caliginis, dies nebulae et turbinis, …»

«Giorno d’ira quel giorno, giorno di angoscia e di afflizione, giorno di rovina e di sterminio, giorno di tenebre e di caligine, giorno di nubi e di oscurità, …» (altro…)

Leggi il seguito

VOGLIO – POSSO – COMANDO – PRETENDO e così sia…

Nei giorni scorsi il tribunale di Genova ha inflitto 12 mesi di sospensione ad Anna Rita Zappulla, dirigente scolastica di una scuola di Imperia, che nel mese di aprile era stata arrestata per aver usato l’auto di servizio della scuola per i suoi spostamenti personali, non solo fuori città, ma anche fuori regione e oltre confine. Al momento in cui è stata fermata a Ventimiglia con l’auto della scuola, una Toyota Corolla, la prof.ssa Zappulla dichiarò agli agenti: “Io sono un dirigente, posso autogestirmi”, quasi a voler ripetere la celebre battuta di Totò: “Lei non sa chi sono io”. (altro…)

Leggi il seguito

Una lunga maratona… in notturna

Dopo una estenuante attesa e una trattativa no-stop terminata all’alba di mercoledì 24 u.s. i sindacati sono riusciti a far modificare al governo il testo del progetto di autonomia differenziata riguardante la scuola presentato da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. La proposta portata dal Presidente del Consiglio Conte al tavolo delle trattative prevedeva che si tenesse conto delle istanze rivendicate dai governatori in merito alla regionalizzazione dei concorsi, all’assunzione degli insegnanti in ruoli regionali, alla differenziazione stipendiale. L’ azione congiunta dei sindacati maggiormente rappresentativi ha fatto sì che il governo si impegnasse a salvaguardare l’unità e l’identità culturale del sistema nazionale di istruzione e ricerca, assicurando un sistema di reclutamento omogeneo su tutto il territorio nazionale, compresi lo status giuridico del personale (che continuerà ad essere regolato dal CCNL) e la tutela dell’unitarietà degli ordinamenti statali. In sintesi la scuola è e rimarrà una istituzione nazionale. (altro…)

Leggi il seguito

INDISPONIBILI PER LA MOBILITÀ I POSTI LASCIATI LIBERI DAI PENSIONATI – DURA PROTESTA DELLO SNALS

Nei giorni scorsi il MIUR nell’informativa sulla mobilità del personale docente indirizzata ai sindacati della scuola ha comunicato che i posti relativi alle oltre 16.000 domande di pensionamento non saranno disponibili per i trasferimenti a causa dei tempi di certificazione da parte dell’Inps, che, orientativamente, ha previsto entro il mese di agosto. (altro…)

Leggi il seguito

CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO

Il CCNL 2018, all’art. 22, comma 7 prevede che la sessione negoziale di contrattazione di istituto debba essere avviata entro il 15 settembre e che comunque non possa protrarsi oltre il 30 novembre. I termini non sono perentori, ma i commi 6 e 7 dell’art. 7 del contratto prevedono la proroga dei tempi solo in caso di non raggiungimento di un accordo.

(altro…)

Leggi il seguito

IL PASSO DEL GAMBERO – I PRECARI CON 36 MESI DI SERVIZIO

Secondo un diffuso luogo comune “fare il passo del gambero” richiama l’agire di quanti, nell’affrontare le scelte richieste dalla vita, collettive o personali usino fare (figurativamente) un passo avanti per farne poi alcuni all’indietro.

I “triennalisti” –  i docenti con servizio di almeno tre anni scolastici anche non continuativi negli otto anni precedenti –  hanno fatto alcuni passi all’indietro. Ma per colpa della recente legge di bilancio 2019. Non è stata una loro scelta.

Per loro era prevista una procedura riservata, con cadenza biennale in ciascuna regione e per ciascuna classe di concorso e tipologia di posto. Ciascun soggetto avrebbe potuto partecipare alla procedura in un’unica regione per ciascuna tornata concorsuale, per le classi di concorso o tipologie di posto per le quali avessero  maturato un servizio di almeno un anno.

(altro…)

Leggi il seguito

La sindrome dell’appetito vien mangiando .

Lo scorso 13 dicembre 2018 è stata firmata presso l’Aran l’ipotesi del CCNL per i dirigenti delle scuole. Subito l’ANP si è arrogata in esclusiva il merito dell’importante risultato ottenuto: lo stanziamento dei relativi fondi nella legge di bilancio per il 2018 sarebbe stato ottenuto in conseguenza della loro manifestazione a Roma del 25 maggio 2017. I signori dell’ANP dimenticano che alla trattativa hanno partecipato anche ben 12 sigle sindacali, tra cui i sindacati confederali e lo Snals, i quali sono stati determinanti per raggiungere gli obiettivi che ci si era prefissati. In particolare si deve proprio allo Snals il rinvio delle decisioni in merito al sistema di valutazione della dirigenza scolastica, che dovrà essere oggetto di una specifica sequenza presso il MIUR utilizzando gli istituti previsti dalle nuove relazioni sindacali.

(altro…)

Leggi il seguito

“IL RUOLO DEL DIRIGENTE OGGI”.

Giornata di formazione Confsal Anaps

SFIDE E PROBLEMATICHE ATTUALI NELLA NUOVA SCUOLA

Milano 13 dicembre 2018 Aula Magna Liceo Classico Carducci

INTERVENTO DEL SEGRETARIO PROVINCIALE SNALS MILANO

PROF. GIUSEPPE ANTINOLFI: “IL RUOLO DEL DIRIGENTE OGGI”.

 

Motivi di natura culturale e amministrativa hanno portato all’affermarsi, negli ultimi decenni, della figura professionale del DS e ne hanno modificato le funzioni e compiti.

Dirigere la scuola un tempo significava soprattutto preoccuparsi dell’adempimento della norma; oggi, invece, significa soprattutto assumere responsabilità e decisioni in prima persona.

Leggi il seguito

DELIRIO DI ONNIPOTENZA: I DIRIGENTI SCOLASTICI PRETENDONO LA CHIAMATA DIRETTA DEI DOCENTI

Il 28 novembre 2018 in Senato si è svolta l’audizione  dei rappresentanti delle Associazioni Nazionali dei dirigenti scolastici – d.s. Anns Rita Tiberio per l’Associazione DiSAL, d.s. Paolino Marotta per l’Associazione A.N.Di.S.,  d. s. Antonello Giannelli e d.s. Licia Cianfriglia per l’Associazione ANP . Il tema dell’incontro era il ddl nn. 763 e connessi (abolizione chiamata diretta docenti) .

A lor signori non piacciono le proposte del ministro Bussetti:

  • non piace l’abolizione della chiamata diretta,
  • non piace l’abolizione degli ambiti territoriali,
  • non piace che tutti i docenti abbiano la titolarità su scuola.

(altro…)

Leggi il seguito

RELAZIONE INTRODUTTIVA SEGRETARIO PROVINCIALE MILANO

IL PARADOSSO DELLA SCUOLA: LA SEPARATEZZA DALLA VITA SOCIALE. CAMBIAMOLA.

Giuseppe Antinolfi
Segretario Provinciale
SNALS CONFSAL di Milano

 Ancora una volta ci ritroviamo per parlare di scuola e nel titolo di questa mia breve relazione introduttiva ho voluto riprendere un concetto del pedagogista Riccardo Massa, che affermava: Il paradosso della scuola consiste nell’ “istituire la propria separatezza dalla vita sociale allo scopo di interagire con essa”, perché “la scuola”, come struttura specificatamente educativa, “è spazio … anche di contatto diretto con la realtà.

(altro…)

Leggi il seguito