DIPLOMATI MAGISTRALI: MINISTRO BOCCIATO!

Nelle settimane scorse si era affrontata la tematica del bonus premiale dei docenti perché il ministro Lorenzo Fioramonti, Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca della Repubblica Italiana, nel corso di un’intervista a ‘Circo Massimo’ su Radio Capital aveva al riguardo espresso giudizi errati oltreché inopportuni, dimostrando vergognosamente di non conoscerne la normativa di riferimento. (altro…)

Leggi il seguito

10 e lode alla maestra di Pavia che ha denunciato i maltrattamenti subiti da una sua alunna.

Nei giorni scorsi la cronaca ci ha segnalato il caso dell’insegnante di una scuola elementare della provincia di Pavia che avendo visto i lividi sulle gambe di una sua alunna che piangeva spesso in classe ha denunciato i presunti maltrattamenti alle forze dell’ordine, dopo che la dirigente scolastica avvertita più volte della situazione non aveva ritenuto di intervenire. La maestra è stata punita per aver violato il segreto d’ufficio e aver arrecato un danno d’immagine all’istituto: sospensione per un giorno, senza retribuzione. Il tribunale di Pavia, a cui si era rivolta la maestra, ha però revocato la sospensione e invitato la dirigente scolastica a restituire alla donna la mancata retribuzione. (altro…)

Leggi il seguito

Il grillino on. Gallo, Pinocchio di turno

Giorni or sono Luigi Gallo (M5S), Presidente della VII Commissione Cultura della Camera, in un post su Facebook a proposito del decreto precari dello scorso 10 ottobre aveva dichiarato: “Per parlare seriamente di scuola e riuscire a fare ciò che la scuola, l’università e la ricerca si aspetta abbiamo dovuto aspettare di mandare la Lega a casa che non voleva spendere un euro in più nella scuola facendo solo 16 mesi di propaganda”. (altro…)

Leggi il seguito

Il bonus premiale dei docenti e la “beata ignoranza” del ministro Fioramonti

Più volte nel passato ci siamo occupati del “bonus premiale” che il comma 126 della Legge 107/2015 (la famigerata Buona Scuola di Renzi) ha istituito con il preciso scopo di valorizzare il merito del personale docente. Non sto ad addentrarmi nella problematica della valutazione, ricordando solo un principio affermato con forza dallo Snals-Confsal: “È molto grave che questa valutazione dei docenti sia agganciata alla monetizzazione. È una questione morale, oltre che sostanziale. Forse il governo ha fatto un po’ di confusione tra merito e produttività e tra istruzione e formazione, che sono cose molto diverse”. (altro…)

Leggi il seguito

EVIVA LA SQOLA! del Ministro Fioramonti, il novello riformatore gentiliano della scuola italiana.

Dopo i ministri Gabrio Casati e Giovanni Gentile la scuola italiana aveva proprio l’urgente necessità di un ministro riformatore che ridesse ruolo e dignità alla sua funzione. Si sono guardati intorno e chi hanno trovato? Un docente della Bocconi? Della Cattolica? Della Statale? Della Normale di Pisa? No, hanno trovato nientemeno che un docente di economia politica presso l’Università di Pretoria in Sudafrica: Lorenzo Fioramonti. (altro…)

Leggi il seguito

Si ricomincia…si parte???

Settembre, andiamo! Si riaprono le scuole. È tempo di tornare al “lavoro usato”. Anche in questo nuovo anno scolastico il suono della campanella ci indica l’inizio di un nuovo viaggio, un percorso educativo complesso e difficile, basato sul dialogo, sull’ ascolto, sul confronto, sulla condivisione per introdurre gli studenti certamente nel mondo dei saperi, ma soprattutto per aiutarli a costruire il loro futuro, perché nessuno gliene regalerà uno (altro…)

Leggi il seguito

DIES IRAE

Un altro giorno, un’altra tragedia, misteriosa, impensabile ed inimmaginabile, avvolta nel silenzio e nel dolore. È successo ancora.

«Dies irae, dies illa, dies tribulationis et angustiae, dies calamitatis et miseriae, dies tenebrarum et caliginis, dies nebulae et turbinis, …»

«Giorno d’ira quel giorno, giorno di angoscia e di afflizione, giorno di rovina e di sterminio, giorno di tenebre e di caligine, giorno di nubi e di oscurità, …» (altro…)

Leggi il seguito

VOGLIO – POSSO – COMANDO – PRETENDO e così sia…

Nei giorni scorsi il tribunale di Genova ha inflitto 12 mesi di sospensione ad Anna Rita Zappulla, dirigente scolastica di una scuola di Imperia, che nel mese di aprile era stata arrestata per aver usato l’auto di servizio della scuola per i suoi spostamenti personali, non solo fuori città, ma anche fuori regione e oltre confine. Al momento in cui è stata fermata a Ventimiglia con l’auto della scuola, una Toyota Corolla, la prof.ssa Zappulla dichiarò agli agenti: “Io sono un dirigente, posso autogestirmi”, quasi a voler ripetere la celebre battuta di Totò: “Lei non sa chi sono io”. (altro…)

Leggi il seguito

Una lunga maratona… in notturna

Dopo una estenuante attesa e una trattativa no-stop terminata all’alba di mercoledì 24 u.s. i sindacati sono riusciti a far modificare al governo il testo del progetto di autonomia differenziata riguardante la scuola presentato da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. La proposta portata dal Presidente del Consiglio Conte al tavolo delle trattative prevedeva che si tenesse conto delle istanze rivendicate dai governatori in merito alla regionalizzazione dei concorsi, all’assunzione degli insegnanti in ruoli regionali, alla differenziazione stipendiale. L’ azione congiunta dei sindacati maggiormente rappresentativi ha fatto sì che il governo si impegnasse a salvaguardare l’unità e l’identità culturale del sistema nazionale di istruzione e ricerca, assicurando un sistema di reclutamento omogeneo su tutto il territorio nazionale, compresi lo status giuridico del personale (che continuerà ad essere regolato dal CCNL) e la tutela dell’unitarietà degli ordinamenti statali. In sintesi la scuola è e rimarrà una istituzione nazionale. (altro…)

Leggi il seguito