FISM: otto per mille anche per scuole paritarie

Comunicato FISM Federazione Italiana Scuole Materne  Inizia oggi – lunedì 2 dicembre 2019 – in aula alla Camera la discussione della conversione in legge del DL 124/2019, il cd Decreto Fiscale. E’ stato proposto un emendamento volto ad inserire l’art. 47 bis che mira ad estendere le risorse dell’8 per mille anche alla ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico e incremento dell’efficienza energetica degli immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica.

Pare opportuno ricordare che la funzione pubblica di istruzione scolastica non è svolta solo negli immobili di proprietà pubblica ma anche in tutti quegli immobili in cui operano scuole pubbliche paritarie no profit, inserite nel sistema nazionale d’istruzione regolato dal DLvo 65/2019 conformemente al dettato della L. 107/2015.

Il Presidente della Repubblica nei giorni scorsi era dovuto intervenire sul DL 126/2019, cd “Salva precari”, in quanto in una prima versione escludeva dal concorso straordinario i docenti che insegnano nelle scuole paritarie: una norma che avrebbe potuto essere considerata discriminante ed
essere sottoposta a un’ondata di ricorsi amministrativi, ma grazie all’intervento del Capo dello Stato il pericolo è stato scampato.

Ora il tema si ripropone anche in relazione all’estensione dei fondi dell’8 per mille a tutti gli edifici nei quali viene esercita la funzione pubblica di istruzione da parte di istituzioni autonome paritarie in quanto inserite del sistema scolastico nazionale e accreditate da Stato, Regioni e Comuni. Non vi è ragione alcuna di discriminare fra scuole parimenti pubbliche.