PAGAMENTI BUONUSCITA PENSIONATI TRIENNIO 2016/ 2018

Il CCNL 2016/2018 aveva previsto all’art. 36, comma 2, che gli aumenti stipendiali sarebbero stati computati ai fini previdenziali alle scadenze e negli importi previsti dalla tabella A1 nei confronti del personale comunque cessato dal servizio, con diritto a pensione, nel periodo di vigenza del presente contratto. Agli effetti del TFS/TFR, invece, sarebbero stati considerati solo gli aumenti maturati alla data della cessazione.

Il Miur, con nota apposita inviata agli USR e UTP, chiariva che gli interessati non avrebbero dovuto presentare alcuna richiesta di liquidazione o riliquidazione del proprio TFS/TFR in applicazione del nuovo contratto scuola, in quanto l’aggiornamento sarebbe stato fatto d’ufficio e precisava le procedure che gli organi preposti avrebbero dovuto attuare per effettuare l’aggiornamento d’ufficio.

Tutto sarebbe avvenuto d’ufficio, le scuole avrebbero aggiornato i decreti di carriera dei cessati dall’1.01.2016 al 31.12.2018 e li avrebbero inviati all’USP.

A loro volta gli USP avrebbero inviato all’INPS il mod.PL2 per aggiornare i dati stipendiali con gli aumenti dell’ultimo contratto.

Purtroppo in moltissimi casi questa procedura non è stata attuata.

In questi giorni l’Inps sta provvedendo ad inserire nel suo sito le determine di pagamento della Buonuscita per i cessati dall’1.01.2016 al 31.12.2018.

Il TFS/TFR viene pagato senza gli aumenti del CCNL 2016/2018.

Le somme, così liquidate, risultano inferiori di circa 600/1.000 euro.

Per assicurare un servizio esclusivo ai nostri iscritti, il prof. Boninsegna della Segreteria provinciale di Verona, ha inviato  una scheda  (basata sulla provincia di Verona) con le istruzioni e la modulistica per chiedere il giusto ricalcolo del TFS/TFR. Può essere adottata con l’aggiornamento alle proprie esigenze

Le segreterie provinciali potranno adattare la modulistica –  – .

Questa iniziativa sarà un servizio per i nostri pensionati che hanno confermato la fiducia al nostro sindacato sottoscrivendo la delega quale pensionati. Inoltre permetterà di recuperare i vecchi iscritti che, al momento del pensionamento, per vari motivi, non hanno rinnovato la delega al sindacato.

Inseriamo la scheda del Prof. Boninsegna, la modulistica relativa alla richiesta da presentare e l’esempio della differenza di quanto liquidato senza attuazione del contratto.

MIUR prot40769.13-09-2019 Dsga_Cont_209201913595

AGGIORNAMENTO D’UFFICIO TFS TFR CESSATI DA 2016 A 2018

BUONUSCITA INPS ERRATA

BUSTA PER INPS VERONA

BUSTA PER USP VERONA

ESEMPIO BUONUSCITA CORRETTA