Intesa Miur-sindacati: sospeso lo sciopero del 17 maggio

Alla termine di un vertice durato fino all’alba del 24 aprile, i sindacati ed il ministro Bussetti hanno trovato l’accordo e firmato un’intesa: più risorse per il prossimo rinnovo contrattuale 2019-2021, per recuperare la perdita del potere d’acquisto degli stipendi, per garantire gradualmente stipendi adeguati alla media dei colleghi europei e soluzioni mirate per il precariato: chi insegna da più di 36 mesi avrà percorsi dedicati per l’immissione in ruolo.
Anche per gli ATA dovrebbero arrivare miglioramenti contrattuali, dai collaboratori scolastici agli assistenti amministrativi che negli ultimi anni hanno svolto il ruolo di Dsga come facenti funzione. Per i dirigenti scolastici l’intesa prevede il pieno riconoscimento del ruolo e della responsabilità; le principali criticità denunciate in occasione della indizione dello sciopero saranno affrontate in un tavolo apposito. Il primo tavolo di confronto fissato per i primi di maggio riguarderà il tema della stabilizzazione del personale precario.

COMUNICATO

INTESA-P. CHIGI