2 – PERMESSI RETRIBUITI

2 – PERMESSI RETRIBUITI

Calcolo

Per ogni anno scolastico il monte ore dei permessi è costituito da 25 minuti e 30 secondi per ogni dipendente a tempo indeterminato in servizio nella scuola (art. 4 del Contratto Quadro ARAN-OOSS del 17 ottobre 2013).

Utilizzo

l monte ore è attribuito alla RSU nel suo insieme e viene utilizzato dalla stessa RSU (attraverso un regolamento interno) in base alle attività che prevede di svolgere nel corso dell’anno scolastico, con le seguenti possibili finalità:

➢ per le attività connesse al ruolo delle RSU, comprese le relazioni sindacali con il Dirigente che si svolgono, di norma, al di fuori dell’orario di lavoro, oppure, se è ritenuto opportuno, utilizzando le ore di permesso nell’orario di lavoro;

➢ per partecipare ad iniziative delle organizzazioni sindacali; per questo particolare tipo di impegno è possibile attribuire un certo numero di ore ad ogni singolo componente la RSU, che le utilizza autonomamente per i rapporti con il proprio sindacato.

Cumulo delle ore di permesso

I componenti della RSU possono usufruire anche del monte ore di permessi per Dirigenti sindacali attribuiti alle OO.SS. di appartenenza. Il docente eletto RSU, per motivi legati alla continuità didattica, può cumulare le ore di permesso fino ad un massimo di 12 giorni all’anno e per non più di 5 giorni ogni due mesi. Il personale ATA eletto RSU può cumulare fino a 20 giorni di permesso all’anno, senza sostituzione.

Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS) (art. 73 del CCNL 2006-2009)

Il RLS viene individuato tra i componenti della RSU dalla stessa RSU; altrimenti, se non c’è la disponibilità tra la RSU, dai lavoratori tra tutti i lavoratori. È una figura resa obbligatoria in tutti i luoghi di lavoro dal DLgs 626/94, successivamente trasfuso nel Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro, il DLgs 81/08. Il RLS, oltre ai permessi già previsti per le rappresentanze sindacali, utilizza appositi permessi retribuiti orari pari a 40 ore annue per l’espletamento delle mansioni previste dal DLgs 81/08.

Comunicazione permessi

La comunicazione di permesso va presentata per iscritto al Dirigente scolastico che ne prende atto, registra le ore utilizzate e verifica il rispetto dei vincoli previsti per il cumulo. È opportuno che la comunicazione pervenga al Dirigente in tempo utile per facilitare la predisposizione delle sostituzioni o degli adattamenti di orario, al fine di limitare il più possibile disagi agli studenti ed alle famiglie. L’eventuale impedimento dell’uso del permesso deve essere immediatamente comunicato e adeguatamente motivato alla RSU da parte del Dirigente che, in caso contrario, è passibile di denuncia per comportamento antisindacale.