Milano, studenti in gonna: prof “non faccio lezione”

Rivolta al liceo Bottoni di Milano contro il prof che si è rifiutato di fare lezione a degli studenti vestiti con la gonna: “è pensiero unico”. Ora però rischia la sospensione. «Siete in gonna? È un vestiario inaccettabile»: e così il prof di Milano rifiuta di fare lezione a quegli studenti maschi che si erano messi la gonna nel giorno contro la violenza sulle donne (25 novembre scorso, ndr). La reazione è corposa, con tutta la classe in protesta che abbandona l’aula per solidarietà, e così pure anche le altre classi quando vi entra il professore “conservatore”.

(altro…)

Leggi il seguito

“Carenze nella preparazione dei docenti”

La scuola e i suoi prof sono finiti al centro di un’analisi effettuata dal sociologo dell’Università di Torino Luca Ricolfi e inserita nel suo libro “Il danno scolastico”, scritto a quattro mani insieme a Paola Mastrocola. L’autore ne ha parlato sulle colonne di “Italia Oggi”, spiegando che “la scuola progressista, abbassando sia la qualità dell’insegnamento sia l’asticella del successo scolastico, ha ampliato le diseguaglianze sociali anziché ridurle. Il prezzo dell’abbassamento, infatti, è stato più salato per i ceti bassi che per quelli alti, che hanno anche altre risorse per creare opportunità ai propri rampolli”. (altro…)

Leggi il seguito

Vaccino obbligatorio dal 15 dicembre, docenti e Ata

Tra insegnanti e personale Ata è già partita la corsa per mettersi in “regola” con l’obbligo della vaccinazione anti-Covid voluta dal Consiglio dei ministri: ci sono meno di tre settimane di tempo, perché la norma entrerà a regime il 15 dicembre. In effetti, non sono poi molti giorni. Lo sanno bene anche i gestori dell’emergenza Covid, tanto che per i lavoratori della scuola, come per forze dell’ordine e militari, il commissario Francesco Figliuolo ha deciso che le Regioni dovranno garantire un accesso prioritario e senza prenotazioni agli hub. (altro…)

Leggi il seguito

Concorso ordinario infanzia e primaria, pubblicato il bando. Prove scritte dal 13 al 21 dicembre

Concorso ordinario personale docente della scuola dell’infanzia e primaria. Pubblicato il decreto dipartimentale n. 2215 del 18 novembre 2021 ed il calendario delle prove scritte.

Le prove scritte del concorso ordinario per titoli ed esami finalizzato al reclutamento del personale docente per i posti comuni e di sostegno della scuola dell’infanzia e primaria si svolgeranno secondo il calendario contenuto nell’avviso qui pubblicato unitamente al decreto dipartimentale n. 2215 del 18 novembre 2021

 

 

Leggi il seguito

Concorso ordinario primaria e infanzia

Il regolamento del concorso ordinario della scuola primaria e dell’infanzia è stato modificato dal Decreto n. 325 del 5 novembre 2021, che stabilisce nuove modalità di svolgimento del concorso già bandito nell’aprile del 2020, recependo le modifiche ai concorsi ordinari introdotte dal decreto legge 73 del 25 maggio 2021 (“Sostegni Bis”) convertito, con modificazioni, dalla legge 106 del 23 luglio 2021.

Per il Concorso già bandito con Decreto Dipartimentale 498 del 21 aprile 2020, non è prevista la riapertura dei termini per la presentazione delle domande o la modifica dei requisiti di partecipazione.

Leggi il seguito

I docenti sfigati della scuola italiana

Gratteri: i nostri docenti poveri sono considerati sfigati, colpa di governo ed enti locali che spendono soldi in sagre. In Italia lo Stato spende troppo poco per la scuola: investe somme non adeguate per migliorare la didattica e per pagare gli insegnanti, diventati nel frattempo sempre più poveri: a dirlo è stato il magistrato Nicola Gratteri, procuratore capo della Repubblica di Catanzaro. (altro…)

Leggi il seguito

Il quiz nel Concorso ordinario primaria e infanzia

4 È stato pubblicato, dal ministero dell’istruzione, il decreto che integra e modifica il regolamento del concorso ordinario della scuola primaria e dell’infanzia. Per la procedura concorsuale già bandita con decreto dipartimentale 498 del 21 aprile 2020, non è prevista la riapertura dei termini per la presentazione delle istanze o la modifica dei requisiti di partecipazione. I requisiti di ammissione sono i seguenti: (altro…)

Leggi il seguito

Educazione motoria alla primaria

“È stato fatto un grande lavoro di squadra. È stato riconosciuto il diritto dei bambini ad avere ancora più attenzione, in una fase così delicata come quella della crescita, per il corpo, la vita collettiva e la vita d’insieme. La scuola nuova parte dal permettere ai bambini della primaria di reimpossessarsi di uno spazio di vita come è lo sport e la vita collettiva”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, nel corso della conferenza stampa sull’educazione motoria nella scuola primaria, che, per effetto della legge di bilancio in corso di approvazione, sarà affidata a insegnanti specializzati. La conferenza stampa si è svolta oggi al Ministero alla presenza della Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Valentina Vezzali, e del Sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso. (altro…)

Leggi il seguito