In data  21/12/2021 L’INPS  ha pubblicato nel sito web istituzionale questo comunicato:
al fine di assicurare il rinnovo delle pensioni in tempo utile per il 2022 e rendere possibile la prima liquidazione delle pensioni con decorrenza gennaio 2022, l’INPS ha utilizzato l’indice di perequazione disponibile al 15 ottobre 2021, pari all’1,6% e non quello fissato con successivo DECRETO MEF pari a +1,7%.

Nella allegata scheda del prof. Renzo Boninsegna dello Snals di Verona viene commentato il citato comunicato INPS e vengono pubblicate le tabelle aggiornate all’1,6% con gli aumenti mensili netti pagati in riferimento all’importo mensile lordo pensione individuato nel cedolino  del mese di novembre 2021. Al termine della scheda viene precisato il motivo per cui  alcuni pensionati solo nella rata di GENNAIO 2022 troveranno una ritenuta con dicitura: CONGUAGLIO FISCALE di importo tra 150 e 200 euro circa.