RITORNO A SCUOLA: SINDACATI NON FIRMANO IL PROTOCOLLO DI SICUREZZA

Lo SNALS unitamente agli altri sindacati della scuola non intende firmare il Protocollo sulla sicurezza Covid nelle scuole in vista dell’avvio dell’anno scolastico. Lo si è affermato nell’incontro tra sindacati e i tecnici del ministero dell’Istruzione. Le divergenze riguardano il Green Pass, i controlli, i tamponi e il distanziamento in classe. 

Tutti i sindacati richiedono garanzie su:

  •  indicazioni chiare sulle misure da adottare per il distanziamento, visto che in merito le indicazioni del CTS contenute nel parere del 12 luglio 2021 sono imprecise e vaghe;
  • finanziamento dell’organico aggiuntivo Covid fino alla fine dell’anno scolastico a garanzia della continuità didattica;
  • gratuità dei tamponi;
  • rilevazioni e screening per una fotografia iniziale e per il monitoraggio delle condizioni di diffusione del virus;
  • non inserimento delle misure relative al Green Pass nel Protocollo di Sicurezza, in considerazione di possibili modifiche in fase di conversione del decreto.

“La decisione di adottare il Green Pass per il personale scolastico, con relative sanzioni in caso di inadempienza, è stata assunta dal Governo in modo unilaterale, nonostante l’ Amministrazione Scolastica e Sindacati siano da tempo impegnati a trovare soluzioni utili per far ripartire la scuola in presenza. Anche per questa ragione, in una categoria già vaccinata al 90%, il provvedimento assunto sta alimentando forti tensioni, come spesso accade quando si assumono decisioni frettolose e radicali, inadeguate a cogliere la complessità delle situazioni”.