riforma degli ITS

La Camera dei Deputati ha approvato oggi, con il parere pressoché unanime di tutti i gruppi parlamentari tranne i deputati del Gruppo Misto-L’Alternativa c’è, il provvedimento di riforma degli Istituti Tecnici Superiori – ITS. Il provvedimento – su cui la Commissione aveva già lavorato molto, portando a un testo unificato le proposte di legge nn. 544-2387-2692-2868-2946-3014-A per la “Ridefinizione della missione e dell’organizzazione del Sistema di Istruzione e formazione tecnica superiore in attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza” – ora passa al Senato. Il PNRR per lo sviluppo degli ITS ha previsto uno stanziamento di 1.500 milioni di euro a fondo perduto dal 2022 al 2026, per aumentare il numero degli iscritti e per potenziarne le strutture

Gli ITS, nati nel 2008, si chiameranno quindi in prospettiva ITS Academy e l’obiettivo è di raddoppiare gli iscritti. «Il voto di oggi è un primo importante passo», ha commentato il ministro Patrizio Bianchi, «L’approvazione, avvenuta all’unanimità, è la riprova dell’interesse del Parlamento, che ringrazio, per una delle riforme strategiche per il futuro della formazione, su cui investiamo anche con il PNRR. Il governo seguirà l’iter del provvedimento anche al Senato. Continueremo a lavorare con il Parlamento per una riforma che è attesa da tempo».