Decreto scuola approvato – AZZOLINA BOCCIATA

Il decreto sfasciascuole è stato approvato, nonostante ci fossero molte perplessità anche da parte del PD, messo a tacere dalla dittatura grillina. dittatura  testimoniata dalle parole di Matteo Orfini del Partito Democratico: “La mia posizione era quella di tutto il Pd. Poi, senza alcuna discussione in nessun organismo quella posizione è cambiata e abbiamo ceduto a una forzatura del Movimento 5 stelle. Peccato che quel cedimento lo paghino sulla loro pelle migliaia di precari”“Il Pd cede per non infastidire il M5S, in questo caso la ministra Azzolina”.“Di fronte alle posizioni irragionevoli del M5S e di Conte, il Pd si è arreso”. NON E’ DITTATURA QUESTA?

 

Sulla problematica dei docenti precari Orfini sostiene quanto sostengono tutti i sindacati: “Non si riconoscono i titoli e gli anni di servizio dei precari che insegnano da anni nei nostri istituti; era l’occasione di sanare una ferita, invece si è rifiutato di creare un meccanismo di stabilizzazione che riconoscesse il valore di quanto fatto in questi anni. Si è voluto considerare il precariato una colpa dei precari”

Ecco le novità:

Esami di Stato e valutazione finale degli alunni
Norme generali lo svolgimento degli Esami di Stato conclusivi del I e II ciclo e per la valutazione finale delle studentesse e degli studenti.

Scuola primaria
I giudizi descrittivi al posto dei voti in decimi.

Alunni con disabilità
Dopo aver sentito i Consigli di classe e acquisito il parere del Gruppo di lavoro per l’inclusione i dirigenti scolastici , sulla “base di specifiche e motivate richieste da parte delle famiglie degli alunni con disabilità”, potranno consentire “la reiscrizione dell’alunno al medesimo anno di corso frequentato nell’anno scolastico 2019/2020”.

Privatisti
In attesa di conseguire il diploma i candidati privatisti che dovranno sostenere l’Esame del II ciclo nella sessione suppletiva di settembre potranno partecipare con riserva alle prove di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato e ad altre prove previste dalle Università, istituzioni dell’Alta formazione artistica musicale e coreutica e altre istituzioni di formazione superiore post diploma. Potranno partecipare con riserva anche a procedure concorsuali pubbliche, selezioni e procedure di abilitazione per le quali sia richiesto il diploma di II grado.

Edilizia scolastica
Fino al 31 dicembre 2020 i Sindaci e i Presidenti delle Province e delle Città metropolitane potranno operare con poteri commissariali.

Precari
Il concorso straordinario per l’ingresso nella Scuola secondaria di I e II grado non sarà più svolto con una prova a crocette, ma con una prova con quesiti a risposta aperta, sempre al computer. Ai vincitori di concorso immessi in ruolo nel 2021/2022 che rientrano nella quota di posti destinati all’anno scolastico 2020/2021 sarà riconosciuta la decorrenza giuridica del contratto, anche ai fini dell’anzianità, dal 1° settembre 2020.

Supplenti

Le graduatorie dei supplenti saranno aggiornate, ma anche provincializzate e digitalizzate.

Tavolo sui percorsi abilitanti
È prevista l’istituzione di un apposito Tavolo di confronto presieduto dal Ministro per avviare “con periodicità percorsi abilitanti” Il Tavolo sarà .

TFA sostegno

Nessuna prova preselettiva per docenti con tre anni di servizio specifico sul sostegno

CSPI

Proroga componente elettiva fino al 31 agosto 2020.

Scuole infanzia paritarie

Incarichi temporanei a educatori.

Avvio anno scolastico

rinviato al 20 settembre 2020 il termine ultimo per completare le operazioni di immissioni in ruolo, utilizzazioni e assegnazioni provvisorie.