Maturità in presenza: sbagliato, pericoloso, da irresponsabili.

A seguito dell’incontro, svoltosi in data 1 giugno presso la Prefettura di Milano per l’apertura del tavolo territoriale sulla salute e la sicurezza nelle scuole, esprimiamo unitariamente sconcerto e preoccupazione per la mancata comprensione delle peculiarità organizzative della scuola in vista degli esami di Stato che si svolgeranno tra meno di due settimane. Abbiamo espresso con determinazione che ogni scelta che non considera e non valuta con competenza le dinamiche e le realtà scolastiche del nostro territorio, rischia di vanificare il lavoro svolto senza sosta dalle scuole in queste settimane e soprattutto potrebbe portare ad un esito opposto a quello per il quale, a livello nazionale, si è stato scelto di effettuare l’esame in presenza: quello di garantire agli studenti e alle  studentesse di concludere il percorso scolastico, in questo contesto drammatico, valutati dai propri docenti. (continua – COMUNICATO)