Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2018/2019

Il 28 giugno 2018 è stato sottoscritto il CCNI sulle utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie del personale della scuola.
L’accordo ricalca per gran parte il CCNI dello scorso anno, ma con alcune importanti novità riguardanti le assegnazioni provvisorie.
È stato cancellato il requisito della convivenza per il ricongiungimento ai genitori.
I docenti che hanno i requisiti per presentare domanda di assegnazione provvisoria sulla propria tipologia di posto o classe di concorso – in subordine ed in via derogatoria e straordinaria – potrà ottenere il ricongiungimento per un anno anche su un posto di sostegno, purché stia per concludere il corso di specializzazione su sostegno o abbia svolto almeno un anno di insegnamento su posto di sostegno anche con un contratto a tempo determinato. L’assegnazione sui posti di sostegno potrà avvenire sulle disponibilità al termine delle operazioni riguardanti sia i docenti di ruolo con il titolo, sia i supplenti sempre in possesso del titolo di specializzazione.
Gli insegnanti che sono genitori di figli con disabilità o che hanno meno di dodici anni avranno la priorità nelle assegnazioni provvisorie sul sostegno purché in possesso dei requisiti richiesti.
Come di consueto le assegnazioni sui posti di sostegno saranno date prioritariamente agli insegnanti specializzati, poi a chi sta per concludere il percorso di specializzazione sul sostegno e, in subordine, a chi ha prestato servizio per almeno un anno su posti di sostegno.
La conclusione delle operazioni si chiuderanno il 31 agosto prossimo per consentire un ordinato avvio del nuovo anno scolastico.
Appena disponibile pubblicheremo il testo del CCNI.

Leggi il seguito

Cassazione: le ferie non godute vanno retribuite

Con sentenza n. 15652/2018, pubblicata il 14 giugno scorso, la Cassazione – Sezione Lavoro – ha deciso, accogliendolo, un ricorso in materia di retribuzione di ferie non godute da parte di un lavoratore dipendente.
I giudici della Suprema Corte, nel ribadire che le ferie sono un diritto, hanno precisato che se il dipendente non ne fruisce per fatto imputabile al datore di lavoro, gli devono essere pagate, anche in assenza di una sua formale richiesta di usufruirne.
L’attività prestata dal dipendente quando doveva, invece, essere in ferie, rappresenta prestazione contrattualmente non dovuta e l’indennità sostitutiva ha natura retributiva.
Inoltre, il godimento effettivo delle ferie da parte del lavoratore è un obbligo contrattuale per il datore di lavoro, che è tenuto a provare l’offerta di adempimento nei confronti del dipendente, per cui è da escludersi che la mancata formale richiesta di usufruire delle ferie residue possa essere interpretata come tacita rinuncia alle stesse.

Leggi il seguito

INTESA SULLE RISORSE DEL MERITO e PASSAGGIO DA AMBITO TERRITORIALE A SCUOLA PER L’A.S. 2018/2019

CRITERI PER LA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE FINALIZZATE ALLA VALORIZZAZIONE PROFESSIONALE DEI DOCENTI
Le risorse del fondo in oggetto saranno ripartite nella misura dell ’80 per cento in proporzione al numero di posti relativi alla dotazione organica del personale docente di ogni istituzione scolastica ed educativa statale e per il restante 20per cento sulla base di fattori di complessità delle istituzioni scolastiche e delle aree soggette a maggiore rischio educativo.
I predetti fattori di complessità per la distribuzione del 20 per cento delle risorse del fondo saranno individuati sulla base dei seguenti indicatori, aventi tutti il medesimo peso:
1. percentuale di alunni con disabilità;
2. percentuale di alunni stranieri;
3. numero medio di alunni per classe;
4. percentuale di sedi scolastiche in aree totalmente montane o in piccole isole.
I predetti criteri di ripartizione del fondo a livello territoriale e tra le singole istituzioni scolastiche saranno recepiti in apposito decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

Leggi il seguito

ELIMINATA LA CHIAMATA DIRETTA DEI DOCENTI

BRAVO MINISTRO BUSSETTI, SEI UN GRANDE!

“Con l’accordo sindacale, siglato oggi presso gli Uffici del MIUR, già dal prossimo anno scolastico si elimina, così come preannunciato in questi giorni, l’istituto della cosiddetta chiamata diretta dei docenti. In attesa dell’intervento legislativo di definitiva abrogazione, che è mia intenzione proporre nel primo provvedimento utile, con l’accordo sindacale di oggi si dà attuazione a una precisa previsione del contratto del governo del cambiamento, sostituendo la chiamata diretta, connotata da eccessiva discrezionalità e da profili di inefficienza, con criteri trasparenti e obiettivi di mobilità ed assegnazione dei docenti dagli uffici territoriali agli istituti scolastici”, così il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti. (altro…)

Leggi il seguito

RIUNIONE OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA VALUTAZIONE DEI DIRIGENTI SCOLASTICI

Si è svolta il 13 giugno scorso la prevista riunione dell’Osservatorio nazionale sulla valutazione dei dirigenti scolastici.All’ordine del giorno i criteri di composizione dei nuclei di valutazione. La riunione è stata presieduta dal Dirigente dell’Ufficio IX della DGOSV. È stata ripresa l’analisi del monitoraggio del procedimento sulla valutazione dei dirigenti scolastici svolto nel decorso anno scolastico. Sono emerse diverse criticità tra cui meritano particolare attenzione quelle riconducibili ai criteri di composizione dei nuclei.

Leggi il seguito

Organici personale ATA 2018/19: circolare, decreto e tabelle

Con nota prot. 29073 del 22-06-2018 Il MIUR ha trasmesso le disposizioni concernenti la definizione dei criteri e dei parametri per la determinazione degli organici del personale amministrativo tecnico ed ausiliario per l’a.s. 2018/19.
In allegato alla circolare vengono trasmessi:
a) lo schema di decreto interministeriale,
b) le tabelle con la ripartizione regionale dei posti, distinti per profilo professionale.
La ripartizione provinciale delle dotazioni organiche e il riparto dei posti tra le diverse istituzioni scolastiche dovranno essere oggetto di adeguata informativa alle organizzazioni sindacali firmatarie del CCNL.
Nella comunicazione il MIUR segnala che la circolare prevede la proroga dell’apertura delle aree per gli organici e la mobilità al 28 giugno 2018 e la pubblicazione dei movimenti al 20 luglio 2018.

Leggi il seguito

Gazzetta Ufficiale: tabelle ufficiali stipendio insegnanti e ATA

 

Nella Gazzetta Ufficiale del 20 giugno 2018 è stato pubblicato il nuovo contratto del comparto Istruzione e Ricerca, valido per il triennio 2016/18. Le tabelle ufficiali degli aumenti, per ogni ordine di scuola, sono state pubblicate a pag, 37 e seguenti. Gli aumenti scatteranno a partire dal mese di giugno.

 

Il cedolino è già disponibile nell’area riservata di NoiPa. La data di esigibilità è venerdì 22 giugno.

 

Leggi il seguito

Giustizia per DSGA incaricati

La questione del personale utilizzato in qualità di DSGA si trascina ormai da anni, senza approdare ad alcuna soluzione positiva. Queste figure professionali operano in grandi difficoltà, soprattutto per il protrarsi degli incarichi di utilizzo che per parecchi di loro si traducono in più di 12/15 anni di sostituzione del DSGA, senza avere qualsiasi spiraglio di riconoscimento da parte del Miur. Essi, pur avendo superato il test previsto per la mobilità professionale, passaggio dall’area B all’area D, previsto dal CCNI 3/12/2009, non sono mai stati inseriti nei percorsi di formazione previsti dall’art. 7. Eppure il Miur con circolare n. 1985 del 16/3/2012 aveva ribadito che “le nomine disposte negli anni successivi non abbisognano di alcuna ulteriore autorizzazione, essendo ricompresa nel computo di cui al decreto interministeriale 3 agosto 2011, relativo alle immissioni in ruolo autorizzate per l’anno scolastico 2010/2011”.
Purtroppo il Mef e il Dipartimento della Funzione Pubblica hanno sempre espresso parere negativo per incrementare i posti individuati con l’allegato 1 del Decreto Direttoriale n. 979 del 28/1/2010, ritenendo disapplicate le norme che disciplinano le progressioni verticali. Tale norme sono state ritenute non conformi alle indicazioni prescritte dal Decreto Legislativo 150/2009 (decreto Brunetta).

Leggi il seguito

INSEGNANTI ELEMENTARI PRIVI DI LAUREA

 

49.199 insegnanti elementari privi di laurea sono stati esclusi dall’insegnamento da una sentenza del Consiglio di Stato dello scorso 20 dicembre.

Queste maestre e maestri hanno sostanzialmente il diritto ad una soluzione positiva che nel contempo non danneggi gli altri docenti laureati in attesa di una cattedra. La soluzione più auspicabile sarebbe quella di inserirli in coda alle graduatorie dei vincitori di concorso (Graduatorie ad esaurimento), previo un apposito corso di formazione per fornire loro l’abilitazione all’insegnamento. In tal modo vi sarebbe la garanzia di non far perdere loro la cattedra, specie ai 5.665 insegnanti già di ruolo.

Leggi il seguito

GAE – D.M. 506/2018 – SCIOGLIMENTO RISERVE E INSERIMENTO TITOLI DI ABILITAZIONE E DI SOSTEGNO

 

Il MIUR ci ha trasmesso il D.M. n. 506 del 19/06/2018, concernente l’aggiornamento delle GaE per le assunzioni a tempo indeterminato e a tempo determinato per l’a.s. 2018/2019.

 

L’inserimento delle domande è previsto per: conseguimento del titolo di abilitazione; conseguimento del titolo di specializzazione sul sostegno; inserimento titoli di riserva dei posti.
Decorrenza: dal 21 giugno 2018 sino al 9 luglio 2018, esclusivamente con modalità web.
 D.M. n. 506 del 19/06/2018

Allegati al D.M.:

Modello 2 – scioglimento riserve;
Modello 3 – riserve;
Modello 4 – sostegno.

Leggi il seguito