NUOVE REGOLE DI ASSEGNAZIONE REVISORATI E INCARICHI ISTITUZIONALI ED EXTRAISTITUZIONALI

Con la Legge 6/11/2012, n. 190 (cd. Legge anticorruzione) è stata istituita una disciplina organica per la prevenzione della corruzione. Per la prima volta viene affrontato tale tema.

In particolare, nel PNA (piano nazionale anticorruzione) sono stati previsti una serie di adempimenti che, a livello decentrato, devono essere osservati da ciascuna amministrazione dello Stato.

Nel MIUR, il Ministro ha individuato la dott.ssa Sabrina BONO quale responsabile della prevenzione della corruzione del Dicastero , nella sua articolazione centrale e periferica.

In tale ottica, ieri mattina si è svolta una riunione nel corso della quale il Capo Dipartimento ha illustrato il contenuto di due direttive che dovranno essere emanate entro il 31 gennaio 2015:

Leggi il seguito

SUPPLENZE ATA: DAL 14 MARZO AL 13 APRILE LA SCELTA DELLE SEDI

Il MIUR, con la nota prot. 11970 del 6.3.2018, informa che da mercoledì 14 marzo fino alle ore 14 di venerdì 13 aprile 2018 sarà disponibile su “Istanze On Line” l’allegato D3 per la scelta delle sedi da parte degli aspiranti a supplenze su posti di personale ATA, inclusi nelle graduatorie di terza fascia.

La gestione della procedura avviene direttamente ed esclusivamente “on line”.

Leggi il seguito

TRASFERIMENTI PERSONALE AFAM

DECRETO 28 LUGLIO 2017 N. 1893

(cliccare qui per il testo completo)

Art. 1 – I trasferimenti del personale docente, tecnico e amministrativo delle Accademie, dei Conservatori di musica e del personale tecnico e amministrativo degli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche per l’anno accademico 2017/2018, sono disposti come da elenchi allegati al presente provvedimento del quale costituiscono parte integrante.

Art. 2 – Il presente decreto è pubblicato sul sito www.miur.gov.it di questo Ministero, nonché sul sito https://afam.miur.it.

Art. 3 – Dalla data di pubblicazione del presente provvedimento, i trasferimenti disposti sono impugnabili dinanzi al giudice ordinario in funzione di giudice del lavoro.

Leggi il seguito

INSEDIATO L’OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA VALUTAZIONE DELLA DIRIGENZA SCOLASTICA

Il 31 ottobre presso il MIUR si è svolta la prevista riunione di insediamento dell’Osservatorio nazionale sulla valutazione della dirigenza scolastica, istituito con DM 316/2017 ai sensi della Direttiva 36/2016.
Il Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione, dott.ssa Rosa De Pasquale, in apertura dei lavori, ha fatto il punto sullo stato di attuazione della citata direttiva ed ha illustrato i compiti affidati all’Osservatorio dal citato decreto. Ha quindi invitato i presenti ad una prima riflessione sulle problematiche emerse in sede di prima applicazione della Direttiva.
Il Presidente dell’INVALSI, Anna Maria Ajello, ha sottolineato il valore scientifico delle procedure di definizione dei criteri di valutazione ed ha messo in luce l’efficacia della formazione rivolta ai componenti dei nuclei di valutazione, connotata da elementi spiccatamente operativi. Ha espresso inoltre la convinzione che la valutazione dei dirigenti scolastici debba essere finalizzata al miglioramento della loro professionalità. (altro…)

Leggi il seguito

AGIDAE: FIRMATO IL PRIMO CCNL PER LE UNIVERSITÀ PONTIFICIE E LE FACOLTÀ ECCLESIASTICHE

Giovedì 22 settembre 2017, in Roma, presso la sede nazionale dell’AGIDAE, le delegazioni sindacali SNALS-CONFSAL, FLC-CGIL, CISL-SCUOLA, CISL-UNIVERSITÀ, UIL- RUA e SINASCA, hanno definitivamente firmato con la delegazione datoriale AGIDAE il primo CCNL per gli operatori, tutti, delle Università Pontefice (Facoltà Ecclesiastiche; Istituti Universitari Ecclesiastici; Istituti Superiori delle Scienze Religiose; Seminari Maggiori; Istituti di Alta Formazione; Istituti di Formazione Universitaria ed Accademica; Istituti, Centri e Associazioni di Ricerca e Formazione Superiore ed altri Istituti Affiliati).
La pre-intesa era stata siglata nella stessa sede il 6 luglio 2017.

Leggi il seguito

CERTIFICAZIONE COMPETENZE I CICLO: LINEE GUIDA

Il Miur ha trasmesso le Linee guida e le indicazioni operative per l’adozione dei nuovi modelli di certificazione delle competenze per il primo ciclo.
Con decreto ministeriale n. 742/2017 sono stati adottati i modelli nazionali di certificazione delle competenze degli alunni del I ciclo di istruzione. Il decreto descrive le finalità e le modalità della certificazione, e in allegato presenta i due distinti modelli di certificazione da utilizzare al termine della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado.
– Per la scuola primaria il documento di certificazione delle competenze, a firma del dirigente scolastico, è redatto dagli insegnanti a conclusione dello scrutinio finale della classe quinta.
– Relativamente alla secondaria di primo grado, viene redatto dal consiglio di classe in sede di scrutinio finale solo per gli studenti ammessi all’esame di Stato e consegnato alle famiglie degli alunni che abbiano sostenuto l’esame stesso con esito positivo.
– Il modello nazionale per gli alunni con disabilità certificata viene compilato, con gli opportuni adeguamenti, per renderlo coerente con gli obiettivi previsti dal piano educativo individualizzato (PEI).
– Per gli alunni con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA), dispensati dalle prove scritte in lingua straniera, si fa riferimento alla sola dimensione orale di tali discipline. Per gli alunni con DSA, esonerati dall’insegnamento della lingua straniera, non viene compilata la relativa sezione.
Al termine dell’esame di Stato vengono consegnati alla famiglia:
– l’attestato di superamento dell’esame sostitutivo del diploma;
– la certificazione delle competenze redatta dal Consiglio di Classe e sottoscritta dal Dirigente Scolastico;
– la sezione predisposta e sottoscritta da INVALSI che attesta, mediante descrittori, il livello conseguito dagli allievi nelle prove nazionali di italiano, matematica;
– la sezione predisposta e sottoscritta da INVALSI che certifica i livelli di comprensione ed uso della lingua inglese nella prova nazionale.
La certificazione delle competenze non è rilasciata agli alunni che partecipano all’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione in qualità di candidati privatisti, perché essa è definita in sede di scrutinio finale.

Leggi il seguito